Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2012

I misteri dell'Isola di Pasqua: svelato il segreto dei Moai

Immagine
Sembra che sia stata messa la parola fine alla querelle scientifica su come siano stati trasportati e innalzati i famosi Moai, le statue gigantesche dell'Isola di Pasqua. 
Un'equipe di studiosi, guidata dai professori di antropologia e archeologia Terry Hunt dell’Università delle Hawaii e Carl Lipo della California State University Long Beach, ha dimostrato che 18 uomini sarebbero stati in grado di spostare un Moai di 3 metri d'altezza e 5 tonnellate di peso. Questo grazie anche alla particolarità della base dei Moai stessi che non è piatta ma curva, cosicché i bestioni di pietra potevano essere spostati in posizione verticale senza che cadessero, consentendo loro piuttosto di oscillare.
Date un'occhiata al video del National Geographic:



Forte no? L'articolo completo lo trovate su The Huffington Post.


Fonte: www.huffingtonpost.com







Galeria, i riti satanici nella città dei fantasmi

Scritte esoteriche e resti di messe nere nell'antico borgo abbandonato da due secoli. I segni lasciati sono inequivocabili: una scritta bianca "Satana morte" dipinta con un grosso pennello su un rimasuglio di muro, alcuni lumini votivi capovolti abbandonati in due cantine e quello che rimane di numerosi falò...

CONTINUA A LEGGERE SU
Galeria, i riti satanici nella città dei fantasmi - Roma - Repubblica.it

Twilight alla bulgara: trovati corpi di presunti vampiri a Veliko Tarnovo, nel centro della Bulgaria.

Immagine
Ebbene sì, sembra proprio che nel medioevo i vampiri - lungi dall'essere considerati dei gran fighi volanti con tanto di seguito di squinziette slavate - fossero semplicemente dei poveracci considerati pericolosi per la comunità per via di alcune sospette caratteristiche. Storie e leggende su di essi, ben prima dell'inutile moda recente o del ben più elevato romanzo di Bram Stoker, han circolato per secoli nella vecchia Europa, prima che Hollywood trovasse il modo di distruggere credenze affascinanti.
E' il caso del recente ritrovamento a Veliko Tarnovo, in Bulgaria, di alcune sepolture sospette. In due tumuli medievali scavati nella zona, infatti, gli archeologi hanno trovato scheletri con paletti di ferro conficcati all'altezza del cuore, una pratica in uso nel medioevo nel caso di soggetti sospettati di essere vampiri.
“La cosa interessante è che i casi di individui sospettati di potersi trasformare in vampiri una volta morti sono relativamente rari – dice lo storic…

Mistero nella pizzeria Sorbillo di Napoli: dopo il rogo spunta una misteriosa immagine di donna

Immagine
Napoli, si sa, è città dai mille più misteri: da grumi di sangue che si sciolgono, a massoni-alchimisti col pallino della marmorizzazione, da monacelli che importunano procaci fanciulle nel cuore della notte, a misteriosi rituali marini praticati sul bel lungomare, Napoli è una delle città più "esoteriche" d'Italia. Anche alla pizza, orgoglio partenopeo conosciuto in tutto il mondo, possono essere legati misteri e fatti inspiegabili.
Questo è il caso della pizzeria Gino Sorbillo, monumento a quel delizioso concentrato di carboidrati che è la pizza appunto, e che si trova nel cuore di Napoli, in via dei Tribunali. Recentemente, per la precisione la notte del 26 aprile la nota pizzeria, meta di migliaia di persone ogni settimana, è stata oggetto di un vandalico incendio che l'ha quasi completamente distrutta. Gino Sorbillo non si è dato per vinto e dopo poche settimane la pizzeria ha riaperto i battenti più in forma che mai alla presenza di autorità e ospiti d'ecc…

San Gennaro: il sangue e la città

Immagine
Ci sono due date per i fedeli napoletani che sonoforse più sacredel Natale: il 19 settembre e la prima domenica di maggio. In questi due giorni, infatti, avvieneil miracolo di San Gennaro, la liquefazione dei sacri grumi.
Centinaia di persone si accalcano nella cattedrale di Napoli invocando il santo; le donne incaricate delle preghiere, le c.d.parenti di San Gennaro, sono nei primi banchi; il vescovo è sull’altare maggiore che oscillale ampollecircondato dal clero. Via via che la cerimonia procede e il sangue non si liquefa, le preghiere delle parenti si fanno sempre più rumorose, quelli che erano sospiri di invocazione al santo diventano urla disperate e poi, se nulla accade, insulti alla faccia gialla (nomignolo dato dai napoletani al busto del santo) che non si dà una mossa a fare il miracolo. Se questo avviene, seppure con ritardo, la cattedrale esplode in urla di gioia e commozione. Napoli è salva!
Ma cosa si cela dietro questo miracolo? Secondo il Professore Mario Buonoconto, es…