Templari in Russia: i Misteri del tempio di Demetra


L'attenzione degli specialisti di tutto il mondo è ora concentrata su un tempiodedicato alla dea Demetra, scoperto sulla Penisola di Taman, nella regione di Krasnodar sulle rive del Mar Nero. Secondo loro, un analogo di questo monumento archeologico potrebbe essere soltanto Stonehenge, in Inghilterra, famoso in tutto il mondo. Nell'antico santuario, unico in tutto il territorio russo e della CSI, più vecchio di 50 anni rispetto allo stesso Partenone, venivano realizzati i più misteriosi e importanti riti antichi: i Misteri eleusini.

La sensazionale scoperta avvenuta presso Vestnik, un villaggio della penisola di Taman, ha attirato l'interesse di scienziati provenienti da molti paesi. Ad osservare per primo il tempio è stato lo storico Nikolaj Sudarev, direttore della spedizione nel Bosforo orientale per conto dell'Istituto di archeologia dell'Accademia russa delle scienze e che ora va a ruba: si è già recato dai colleghi in Germania e presto partirà per l'Italia. Gli scavi futuri confermeranno che l'edificio scoperto è solo una parte del complesso templare, afferma l'archeologo. Costruito secondo tutti gli antichi canoni greci classici, la costruzione, grandiosa a quel tempo, potrebbe essere stata possibile solo per mezzo di un intervento dall'alto dell'Impero del Bosforo, osserva lo scienziato.

Abbiamo subito capito che si trattava di un edificio insolito, per la collettività, cioè che era stato costruito non con il denaro pubblico, ma statale, oppure con i soldi delle comunità, fornite di bravi architetti e scalpellini, mediante un minuzioso adattamento delle pietre. Persino ora è difficile infilarci un coltello in mezzo. Tutto ciò veniva fatto non con l'aiuto di seghe, ancora inesistenti, ma di piccoli scalpelli. Un lavoro molto accurato e di qualità.

I successivi ritrovamenti, tra cui l'altare e una statuetta raffigurante la dea Demetra che sorregge sulle spalle la propria figlia, Persefone, hanno confermato che il complesso templare è dedicato all'antica dea greca della fertilità e dell'agricoltura. Secondo il mito, dopo il rapimento della figlia da parte del dio degli Inferi, Demetra si ritirò nella cittadina di Eleusi, a 22 chilometri da Atene, e giurò che nulla avrebbe più germogliato prima di ricevere indietro Persefone. Le restituirono la figlia e Demetra permise alla terra di fruttare. I Misteri eleusini sono nati nel XV secolo a.C. e simboleggiavano il ritorno di Persefone. Racconta Nikolaj Sudarev:

I Misteri eleusini sono a proprio modo un lasciapassare nel paradiso degli Inferi. Prima di essi i greci percepivano l'aldilà come una dolorosa odissea nei cupi Inferi. Ma i misteri davano la possibilità di finire nei Campi Elisi, una sorta di paradiso per i morti, in cui ci si diverte in eterno, si balla e si gozzoviglia in ogni modo.. Per questo bisognava superare un rito di iniziazione.

La straordinarietà del complesso templare nel Taman consiste anche nel fatto che è situato nel territorio di una necropoli unica, risalente al periodo pre-greco. Allora la Penisola di Taman era occupata dai Sindi, una popolazione barbara poco conosciuta.

Si sa poco anche dei riti stessi. Gli storici finora hanno dibattuto su come essi si svolgevano. Il rito veniva realizzato in severo segreto: i partecipanti, minacciati di morte, giuravano di non divulgare nulla e testimoni accidentali venivano uccisi senza pietà. Molti storici sono sicuri che durante la procedura, i partecipanti si trovavano sotto effetto ipnotico, in particolare del Ciceone, una bevanda a base di orzo e menta, capace di immergere in una profonda atmosfera mistica chiunque lo bevesse.