Napoli. Un itinerario esoterico



Mi sembra interessante proporre un elenco di possibili itinerari esoterici napoletani, una lista che mi fu donata dal compianto Mario Buonoconto e che comprende alcuni siti ben noti ai ricercatori esoterici che si recano a Napoli ed altri meno conosciuti, ma forse proprio per questo più interessanti. Vale la pena comunque conoscere questo lato di Napoli, forse ancora non violato dalle pagine di cronaca nera e dalle immagini da cartolina troppo spesso offerte.


1. Il “bugnato” del Gesù Nuovo con la maledizione dei Sanseverino
2. Cappella Sansevero
3. Piazza San Gaetano: il Tempio di Castore e Polluce legato ai riti magici campano-romani; la Neapolis sotto San Lorenzo; via San Gregorio Armeno: a) collegio delle Sacerdotesse, “riti” della fecondità; b) manna di Santa Patrizia
4. Castel dell’Ovo (Virgilio Mago) – celle/tombe dei monaci basiliani (grotte/laboratori di alchimisti medievali)
5. Le grotte Platamonie (Via Chiatamone) e i riti orgiastici (il garage di Via Morelli)
6. Le segrete del Maschio Angioino con le “mummie” aragonesi (“riti demoniaci”?); la segreta del coccodrillo
7. Il diavolo di Mergellina; la scuola di Virgilio e la casa degli spiriti (ruderi di epoca romana); i “misteri” dell’uomo pesce
8. Via Mezzocannone: Orione e la setta dei Figli di Nettuno; i Pozzi magici
9.  Forcella e i “riti” del Monastero di S. Arcangelo a Baiano; il Mitreo di vico Carminiello ai Mannesi; i bassi e la fattura
10. Alla Sanità: le Catacombe di San Gaudioso (cemeterium) con i sedili “essiccatoi” e i cadaveri “murati”